Archivi tag: corpo

L’iris

Standard

Van Gogh (iris)

V. Van Gogh, Iris

Qui, dove l’iris nasce presso il mare,

distendevo le membra sulla sabbia

sazia di giovinezza e di emozioni,

d’azzurro era pervasa la mia anima

d’acqua e di cielo, per il tremolio

dei riflessi splendenti sulla riva.

L’iris d’un manto ricopriva il prato

celandomi alla vita per il tempo

segnato dalle magiche illusioni.

Il tempo si nutriva del mio corpo

ed io dei sogni che salivan lievi

in alto con il grido degli uccelli

in un attimo eternamente breve.

©Marisa Cossu

Io dimoro

Standard

Alexandre-Cabanel-xx-The-Evening-Angel-xx-Musee-Fabre[1][1]

Alexandre Cabanel, The Evening Angel 1848

La casa attende la notte:

io dimoro in me stessa

come in un nido di rovi;

le spine non mi feriscono

perché il mio corpo è l’ombra

che avvolge impalpabile la sera

e fruga tra i pensieri perduti

per cercarne uno solo

che abbia senso di vita,

uno, in cui tutto sia incluso

e resista alla nebbia del tempo.

©Marisa Cossu

 

Canta il mare

Standard

dolci_onde_in_arrivo_HD[1]

Dolci onde in arrivo

Canta il mare la bianca conchiglia.

Un pianto di chitarra lontana

cammina, un’onda per ogni nota

soffiata dal vento, nella corsa

di creste evanescenti sulla sabbia,

in spirali di schiuma leggera.

Come sono chiari i tuoi occhi

sul mio corpo illuminato

dalla tua azzurra emozione,

disperso in te nel caldo  gorgo

che tutto sul fondo  trascina.

E come è facile abbandonarsi

al trasparente e necessario flusso

della impetuosa deriva d’amore,

risvegliata da un canto di nostalgia.

© Marisa Cossu